top of page

Stipsi: come gestirla con la nutrizione

Aggiornamento: 7 apr 2023

La stipsi è una difficoltà nell'espletamento della funzione intestinale, un problema molto comune che purtroppo va a peggiorare la nostra qualità di vita.


Spesso le cause sono una nutrizione non corretta e il poco movimento fisico.


Vediamo insieme come gestirla attraverso un piano alimentare corretto.


ciotola con avena, mandorle e frutti di bosco
Contrastare la stipsi. Approfondimento Dott.ssa Francesca Morganti

Trattare la stipsi

La stipsi o costipazione può avere diverse cause tra cui: terapie farmacologiche, patologie intestinali o altre cause poco note, si è visto comunque essere spesso correlata a un’alimentazione scorretta e alla sedentarietà, ed è sicuramente un disturbo più frequente nelle donne rispetto agli uomini.


Come agire a livello alimentare per facilitare il transito intestinale?

  • assumi la fibra, in particolare fibra insolubile, contenuta in frutta e verdura, crusca di frumento e di avena (una dieta povera di fibre contribuisce alla stitichezza). Ricorda però che l’incremento di fibre deve essere graduale per non portare a eccessivo gonfiore, crampi e dolore addominale e meteorismo;

  • per quanto riguarda la frutta sono consigliati kiwi, prugne e semi;

  • inserisci i legumi nella tua alimentazione (ceci, fagioli, lenticchie, piselli, lupini, etc.);

  • ottimi sono anche lo yogurt e il kefir contenenti i fermenti lattici;

  • integrazione di probiotici e prebiotici (da valutare per ciascun soggetto con uno specialista);

  • ricorda che l’idratazione (acqua) è molto importante, bere un bicchiere di acqua tiepida a digiuno prima della colazione, può aiutarti a stimolare il transito.


Idee per la colazione e i pasti

Alcune idee per una colazione che favorisca il transito intestinale:

  • colazione 1: tisana più pane di segale con kefir bianco, marmellata di prugne e kiwi a fette e semi di chia.

  • colazione 2: porridge con latte vaccino o bevanda vegetale e fiocchi di avena con pera cotta e cannella più semi di zucca.

  • colazione 3: chia pudding: unire 30gr di semi di chia insieme a circa 150ml di bevanda di avena e lasciare riposare tutta la notte in frigorifero. Al chia pudding puoi aggiungere a parte un vasetto di yogurt bianco con dentro della frutta fresca e un po’ di muesli.

Alcune idee per un pasto:

  • minestrone con legumi e semi di lino e crostini integrali e kiwi;

  • insalata di farro condita con verdurine miste e hummus di ceci;

  • crema di fagioli (frullare i fagioli) con crostini di segale e semi di zucca;

  • mix di legumi e cereali con aggiunta di fiocchi di latte o ricotta e verdurine più mix di semi.


Oltre a un’alimentazione, sana e variegata, col giusto apporto di fibre, grassi buoni e acqua, è importante anche ridurre la sedentarietà, favorendo l’attività fisica anche tramite piccoli accorgimenti, come parcheggiare l’auto un po’ più lontano o prendere le scale invece dell’ascensore.

L’ideale sarebbe raggiungere quotidianamente i diecimila passi e praticare attività sportiva almeno tre volte alla settimana.



Il seguente articolo ha funzione divulgatoria. Non si assume alcuna responsabilità riguardante un uso scorretto di tali informazioni.



Soffri di stipsi? Parliamone insieme!


107 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page