top of page

Intervista 12/05/24: L'aiuto dell'alimentazione nella gestione della fibromialgia

Aggiornamento: 28 mag

La fibromialgia è una malattia cronica che causa (anche) dolore diffuso. Ma l'alimentazione può venire in soccorso


tavola imbandita
L'aiuto dell'alimentazione nella gestione della fibromialgia

In occasione della giornata internazionale della fibromialgia, il 12 maggio, è uscita la mia intervista su Elle.


La fibromialgia è una patologia cronica che provoca dolore diffuso nel corpo e che interessa in Italia circa 2 milioni di persone.


Oltre alle terapie farmacologiche in grado di tenere a bada i sintomi (tra cui affaticamento, rigidità muscoloscheletrica, problemi di insonnia c/o di memoria) è possibile, infatti, seguire una dieta che aiuti a ridurre l'infiammazione corporea e, di conseguenza, il dolore.


Attraverso il consumo di alimenti o eventuali integratori antiossidanti e antinfiammatori è possibile spegnere o ridurre l'infiammazione del corpo, favorendo un miglioramento del benessere in generale.


Il primo alimento da limitare è sicuramente lo zucchero, contenuto nei dolci e in generale in molti alimenti confezionati, ha infatti un alto potere infiammatorio se consumato in eccesso.

Da limitare anche gli alcolici, la carne rossa e i formaggi.

Da favorire invece il consumo di frutta, verdura, alimenti ricchi di vitamina D e omega.


Vuoi saperne di più sulla dieta drenante? Leggi tutto l'articolo su Elle



Il seguente articolo ha funzione divulgatoria. Non si assume alcuna responsabilità riguardante un uso scorretto di tali informazioni.

17 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page